Humus Park

Tre comuni e tre parchi, oltre 80 artisti, 13 nazionalità rappresentate, 8 scuole d’arte e accademie nazionali coinvolte. Per la sua quinta edizione – in programma dal 9 al 21 maggio 2016, Humus Park, International Land Art Meeting and Exposition a cadenza biennale curato da Gabriele Meneguzzi e Vincenzo Sponga e organizzato dal Comune di Pordenone assieme ai Comuni di Caneva e Polcenigo, con il sostegno della Regione Friuli Venezia Giulia e della Provincia di Pordenone – amplia ancora di più i propri orizzonti creando nuovi intrecci e relazioni, nello spazio, nel tempo, tra le nazioni e le specificità degli artisti.

Due le settimane di lavoro, la prima dal 9 al 14 maggio al Palù di Livenza (importante sito archeologico Patrimonio Unesco, ricco di acqua sorgiva situato tra i Comuni di Caneva e Polcenigo), la seconda, dal 16 al 21 maggio, nel Parco del Museo Archeologico di Torre a Pordenone e, seguendo il corso del Noncello che lo lambisce, nel vicino Parco del Seminario.

Su tutto questo si innesta l’arte, l’arte della terra, che sposa l’ambiente con amore e rispetto, che dialoga con la natura e se ne fa ispirare.
La linea data dai direttori artistici è rigorosa: gli artisti, che lavorano a coppie, per le loro creazioni possono utilizzare esclusivamente materiali naturali reperiti sul posto, dunque rami, foglie, sassi, terra, alberi, cespugli, rovi, zolle, erba, acqua, vento. Saranno circa 80 tra artisti internazionali, artisti nazionali e studenti selezionati nelle scuole d’arte locali e nelle accademie nazionali.

Una formula che caratterizza Humus Park sin dalla sua prima edizione e che crea uno scambio trasversale di idee, energie, esperienze.

Visitare Humus Park, durante il meeting o successivamente, permetterà di godere di arte, storia, archeologia e natura, scoprendo angoli incantevoli del Friuli Venezia Giulia che hanno molto da raccontare.

[:en]Three cities and three parks, over 80 artists, 13 nationalities, 8 art schools and national academies involved. The fifth edition of Humus Park, International Land Art Meeting and Exposition, was held from the 9th to the 21st of May 2016 and it takes place every two years. It is curated by Gabriele Meneguzzi and Vincenzo Sponga and organized by the Municipality of Pordenone together with the Municipalities of Caneva and Polcenigo, with the support of the Friuli Venezia Giulia Region and the Province of Pordenone. This latest edition further broadens the horizons creating new relations in time and space, between nationalities and peculiarities of all the artists.

Two weeks: the first one from the 9th to the 14th of May at the site of Palù di Livenza (a very important archeological Unesco World Heritage Site, located between Caneva and Polcenigo and full of spring waters). The second one, from the 16th to the 21st of May took place in the Park of the Archeological Museum of Torre in Pordenone and in the Seminario Park nearby following the Noncello river.

The directors set strict guidelines: all the artists work in pairs and must develop their creations using exclusively natural materials found on the spot, that means branches, leaves, rocks, soil, trees, bushes, clumps, grass, water, wind. All 80 participants are national and international artists, selected students from local art schools and national academies.

This particular formula characterizes Humus Park ever since its first edition and allows a considerable interchange of ideas, energies and experiences.

You can visit Humus Park during the official exhibition or later and enjoy a great compound of art, history, archeology and nature, discovering enchanting spots of Friuli Venezia Giulia.

[:]

in
INFO e MAPPA

Sito: www.humuspark.it