Il cinema-teatro e il museo dell’arte cucinaria[:en]The movie theatre and the museum of cooking arts[:]

img-teatro-nice-polcenigo

Un “luogo ad uso di teatro” di proprietà dei conti di Polcenigo è per la prima volta segnalato nella seconda metà dell’Ottocento. Il massiccio edificio, che un tempo era stato forse un magazzino o un granaio, ospitava allora concerti musicali e rappresentazioni teatrali di dilettanti locali ed era ornato da gradevoli scene e dipinti, poi sfortunatamente scomparsi. Venduto in seguito a privati, diventò prima una sala da ballo, poi, negli anni Trenta del ‘900, un cinema che con alterne vicende rimase in funzione fino al 1971.
Oggi, dopo ampi restauri, ospita il nuovo cinema-teatro comunale e, al primo piano, il Museo dell’Arte Cucinaria.

Il museo ricostruisce le tappe percorse nel tempo dai cuochi dell’Alto Livenza. La mostra è corredata da documenti, libri di cucina, ricette, menù, utensili e foto che testimoniano l’impegno, l’abilità e la creatività dei nostri cuochi e mettono in luce alcuni dei momenti più significativi nella loro carriera.

[:en]img-teatro-nice-polcenigo

A “place to be used as a theatre”, owned by the Counts of Polcenigo, was first reported in the second half of the 19th century, when this massive building, previously used as a warehouse (or a barn), hosted concerts and theatrical performances by local amateurs. The inside was decorated with pleasant sceneries and paintings of which no trace is left. Sold to privates, it became a ballroom and, in the 1930s, a cinema, which worked with alternate fortune till 1971.

Nowadays, after major renovations, the building hosts the new movie theatre and the Museum of Cooking Arts.

The Museum traces back the history of the chefs from the Upper Livenza area through documents, old cookery books, ancient recipes, menus, kitchenware and photos that attest the commitment, ability and creativity of our chefs and highlight some of the most significant moments in their careers.

[:]